ICCS Illuminanace Color Check System 01
ICCS Illuminanace Color Check System 02
svr
svrg pc
previous arrow
next arrow
ICCS Illuminanace Color Check System 01
ICCS Illuminanace Color Check System 02
svr
svrg pc
previous arrow
next arrow

Gonio-spettroradiometro

ICCS – Illuminance Color Check System

Dotato di Sensore Spettrofotometrico

E’ lo strumento adatto per effettuare una rapida ed efficiente verifica della ripartizione dell’intensità luminosa di una apparecchio di illuminazione.

ICCS è dotato di sensore spettrofotometrico che oltre a permettere la realizzazione di misure fotometriche, permette inoltre di misurare/calcolare i dati spettrali e i parametri colorimetrici di un apparecchio di illuminazione o sorgente luminosa.

  • Dotato di supporto azionato da un motore passo-passo che fa ruotare di +/-180° l’apparecchio di illuminazione intorno al suo asse primario (asse polare)
  • Equipaggiato con un sensore di acquisizione che rimane fisso per tutta la durata della misurazione
  • Sensore in classe L  che misura nel range 0,01÷300.000,00 Lux
  • Tracciabilità PTB per l’illuminamento                     
  • Tracciabilità METAS per coordinate cromatiche e CCT
  • Rapidità di esecuzione della misura
  • 100% compatibile con UNI EN 13031-1
  • Struttura in alluminio composta da due supporti facilmente riposizionabili
  • Possibilità di misurare lampade fino a 30 kg di peso
  • Possibilità di misurare lampade di dimensioni massime 1,0 metro
  • Semplicità nel posizionamento dell’apparecchio di illuminazione
  • Semplicità nell’effettuare test durante la fase di progettazione
  • Ottimo rapporto qualità prezzo
  • Assistenza post-vendita gratuita

Peculiarità

  • Sensore di acquisizione SVRG 36-83 facilmente rimovibile e utilizzabile come strumento portatile
  • ICCS con sensore spettrofotometrico effettua il calcolo/misurazione dei dati spettrali e dei parametri colorimetrici sia lungo l’asse secondario dell’apparecchio di illuminazione, in un punto, sia come valori mediati spazialmente

ICCS – Illuminance Color Check System è un gonio-spettroradiometro che:

REALIZZA

  • misure assolute
  • misure relative
  • misurazione dei parametri colorimetrici

VERIFICA

  • l’uniformità di colore tra apparecchi di illuminazione attraverso le Ellissi di MacAdam

ESPORTA

  • EULUMDAT (.ldt) – misura fotometrica
  • UNI11733 (.Xml) – misura fotometrica
  • IESNA (.ies) – misura fotometrica
  • IES TM-33-18 (.Xml) – misura fotometrica
  • .cvs – dati spettrali

RESTITUISCE

  • Irradianza spettrale (µW* cm-2 * nm-1)
  • Valori tristimolo X, X1, X2, Y, Z
  • Coordinate cromatiche x, y
  • Coordinate cromatiche u’, v‘
  • Temperatura di colore prossimale (CCT)
  • Differenza cromatica (DC)
  • Indice di resa cromatica (CRI)
  • Componenti di colore (R1, R2, …. , R14)
  • Fidelity Index
  • Gamut Index

SOFTWARE POST-PROCESSING

I dati di misura sono elaborati attraverso un potente software post-processing.

I parametri colorimetrici vengono esportati in formato testo .cvs e successivamente possono essere importati nel report di misura.

Importando i files .ldt/.ies e/o dati spettrali, il software genera un report di misura personalizzato in formato .PDF contenente informazioni, rappresentazioni grafiche e calcoli non previsti dai formati standard .ldt e .ies quali:

  • condizioni ambientali del laboratorio (temperatura, umidità, movimento dell’aria);
  • la normativa di riferimento per la tipologia di misura effettuata;
  • la foto della lampada oggetto della misura;
  • angolo di apertura dell’apparecchio di illuminazione;
  • rappresentazione dell’emissione luminosa, non solo in coordinate polari ma anche in coordinate cartesiane;
  • calcolo dell’efficacia del modulo led, del sistema e dell’apparecchio di illuminazione ( lm/W);
  • i valori di irradianza spettrale in forma tabellare e la loro rappresentazione grafica;
  • i parametri colorimetrici in forma tabellare;
  • la rappresentazione grafica sul diagramma CIE 1931/CIE 1976 delle coordinate cromatiche x, y /u’, v’
  • la rappresentazione grafica delle componenti di colore necessarie al calcolo del CRI;
  • la rappresentazione grafica dell’area Gamut;
  • ed altro…
Menu